Private Label

Il mercato globalizzato.

Nell'attuale mercato i prodotti a Marchio Privato stanno progressivamente guadagnando preferenza rispetto ai prodotti di marca. Molte imprese – allo scopo di essere competitivi nel mercato globale – offrono linee di qualità meno alta sotto i propri marchi privati, ma, come è prevedibile, questa pratica non potrà durare molto a lungo. Oggi, infatti, non bisogna valutare questi strumenti solo per le fasce inferiori di prezzo o solo per determinati settori merceologici, in quanto il consumatore è giunto a richiedere sempre più prodotti di qualità (anche alta) da acquistare a condizioni vantaggiose rispetto ai prodotti di marca, in un numero di settori sempre crescente.

La nostra offerta in relazione ai Marchi Privati

In tale situazione di mercato il supporto che la nostra organizzazione fornisce può essere prezioso se non indispensabile per un corretto orientamento nella gestione di un marchio privato: dalla scelta delle merci al labelling; dal packaging alla consegna, assoggettando il tutto al controllo della qualità in ogni momento della sua vita per conformarsi alle richieste dei Clienti e per offrire a questi ultimi la massima soddisfazione in termini di qualità e prezzo.

I punti di forza di un Marchio Privato

Un aspetto importante dell'operare tramite Marchi Privati è sicuramente rappresentato dalla praticità di non dover organizzare alcuna produzione, nè in termini di frequenza, nè in termini di quantità. La nostra organizzazione, inoltre, gira alla sua Clientela anche il vantaggio rappresentato dal fatto che i produttori coinvolti nella catena di un Marchio Privato sono specializzati ed esperti in questo, e che, quindi, offrono il proprio operato senza improvvisazioni nè esitazioni. In tale ambiente il Cliente deve unicamente incaricarsi di fissare i limiti delle richieste relative al Marchio Privato da attivare e, successivamente, seguire e verificare in vari momenti il risultato di quanto da lui richiesto. E' naturale che l'intero processo richiede e consente un'alta interazione tra i partners, che contribuisce al raggiungimento di altrettanto alte e proficue sinergie e risultati.

Private label: una tendenza in crescita

L'utilizzo di private label è in continuo aumento, come attestato da osservatori del settore, e si è recentemente espanso anche in maniera trasversale.

Le rilevazioni evidenziano un'importante diffusione delle private label, (misurata come quota sul totale di prodotti venduti): in Svizzera (53%) ed in Spagna (51%), dove l'aumento si rileva sia in termini di quote di mercato, sia di valore delle vendite; in Gran Bretagna, Portogallo, Germania, Belgio ed Austria la quota di vendite al dettaglio si attesta tra il 40% ed il 45% dei prodotti venduti; anche in altre nazioni (Danimarca, Norvegia, Ungheria, Turchia ed Italia) hanno registrato incrementi del private label nelle quote di mercato relative ai beni al dettaglio: in termini di numero di prodotti venduti si sono raggiunte quote del 31% in Francia, del 29% dell'Olanda e del 20% in Grecia.

In alcuni settori le private label stanno raggiungendo posizioni dominanti con quote di prodotti venduti maggiori del 50%: nell'area della cartaria e dei coloniali in undici nazioni, dei surgelati in dieci nazioni, e del cibo per animali in nove Paesi.

(fonti: Nielsen, dati forniti da International Yearbook of Private Label)